Faccette

Che cosa sono le faccette dentali?

Le faccette dentali, conosciute anche come “faccette estetiche” (o Veneers), sono dei particolari involucri in ceramica che vengono applicati sulla superficie esterna del dente per migliorare l’aspetto estetico del proprio sorriso, nascondendo i vari difetti legati alla forma, al colore o anche alla posizione dei denti.

Fondamentale è la pianificazione del sorriso, che parte dal viso e dal sorriso del paziente.

Questa viene eseguita tramite uno studio approfondito sulle foto e sui modelli delle arcate dentarie del paziente,  e da questo punto si progettano la forma e le dimensioni delle faccette.

Viene quindi eseguita su un modello in gesso una ceratura che simula quanto progettato, e  tramite un materiale bianco provvisorio, viene stampato in bocca al paziente il cosiddetto mock up, che consiste in una previsualizzazione di quello che sarà il lavoro definitivo.

A quel punto si faranno eventuali correzioni e saranno realizzate le faccette definitive.

In quali casi è consigliato ricorrere a questo trattamento?

faccette_new
Di norma, le faccette estetiche vengono utilizzate per mascherare tutti i difetti presenti sui nostri denti e ottenere così un sorriso perfetto.

Le faccette dentali possono aiutare a migliorare il proprio sorriso nel caso in cui il paziente abbia una dentatura con diversi problemi come:

– Discromie, ovvero delle macchie permanenti che non possono essere eliminate con lo sbiancamento professionale;
– Diastemi, dove vengono applicate delle faccette più grandi per riempire gli spazie vuoi tra i denti;
– Anomalie legate alla forma del dente o comunque dove è necessario cambiare completamente la forma di un dente;
– Difetti dello smalto;
– Denti disallineati che possono essere corretti con le faccette, senza dover necessariamente ricorrere all’apparecchio per denti.

Tipologia di faccette estetiche

Le faccette dentali non sono sempre uguali: in genere, troviamo faccette di diverso spessore e materiale, in base al tipo di risultato che si vuole ottenere e al tipo di problema da risolvere.

Solitamente, lo spessore di una singola faccetta va dai 0.3 mm fino a 0.7 mm, e la dimensione dipenderà dalla scelta protesica fatta.
Come ogni cosa realizzata in ceramica o in porcellana, anche questi manufatti  sono altamente fragili e quindi bisogna prestare molta attenzione durante la fase di prova e di “installazione” sul dente.

Per la scelta del materiale, bisogna considerare le esigenze di ogni singolo caso clinico e, in base ai risultati che vogliamo ottenere, si opterà per quello più adatto, ma, in linea generale, quelle che garantiscono una migliore restistenza e lucentezza sono le faccette realizzate in ceramica e vetroceramica (e sono anche le più utilizzate).

Oggi possiamo anche trovare faccette costruite con altri materiali come ad esempio il composito, materiale utilizzato per le otturazioni, ma queste tendono a scheggiarsi e a macchiarsi molto più velocemente (hanno quindi una “durata” limitata) rispetto a quelle in ceramica e porcellana.

In questo caso però, si può effettuare il ripristino estetico di una faccetta in una singola seduta, con dei costi relativamente più bassi e ottenere un risultato istantaneo.

Come avviene l’intervento vero e proprio?

FACCETTEcome-Dopo aver progettato le faccette, e quando la previsualizzazione soddisfa pienamente il paziente, il tutto si realizzerà in sole due sedute:

– Nella prima seduta, il dentista effettua la limatura del dente, prende l’impronta del dente e sceglie il colore più adatto al tipo di dentatura;
– Nella seconda seduta, viene applicata la faccetta estetica sul dente.

Vantaggi delle faccette dentali

Oltre al principale vantaggio del miglioramento estetico “istantaneo” (i risultati dell’operazione si osservano subito dopo l’applicazione delle faccette) del proprio sorriso, le faccette garantiscono una soluzione duratura nel tempo, rispettando i vari tessuti della gengiva e tutti gli altri denti.

L’applicazione delle faccette non richiede interventi chirurgici invasivi e non provoca dolore al paziente.

Le faccette sono molto resistenti all’abrasione e riescono a mantenere un colore candido e splendente nel corso degli anni, ed è proprio per questo motivo che tantissime persone che non sono soddisfatte del proprio sorriso, ricorrono a questo tipo d’intervento per migliorare la forma e il colore della propria dentatura, anche se non sempre le faccette vengono raccomandate per un motivo esclusivamente estetico.

Svantaggi delle faccette dentali

– Le faccette, per la lavorazione che richiedono e per i materiali di alto pregio, hanno dei costi piuttosto elevati
– Per effettuare questo intervento, il dentista deve rimuovere una parte della superficie dentale, che può variare dal 3% fino al 30% per ottenere un buon risultato, anche se oggi esistono anche i casi “no – prep” dove il dente non viene limato.

Manutenzione

La manutenzione delle faccette dentali non è molto impegnativa, specialmente se sono in ceramica.

Esistono comunque delle “indicazioni” da seguire per mantenere o prolungare l’integrità delle lamine nel tempo:

– Non masticare cibi troppo duri
– Evitare in assoluto di “mordere” le unghie, penne o qualsiasi altro materiale che potrebbe rovinare le faccette;
– Effettuare la pulizia dei denti almeno 3 volte al giorno, strofinando bene anche i denti con le faccette per evitare l’accumulo di tartaro e placca.

Utilizzare quindi spazzolino e dentifricio subito dopo i pasti, e utilizzare il filo interdentale almeno una volta durante la giornata per mantenere la dentatura in salute.

I denti restaurati, come tutti gli altri denti, sono soggetti alle infezioni dentali (ad esempio le carie), in particolare nelle zone in cui non sono stati trattati con la ricopertura in ceramica (ovviamente il materiale della faccetta non può essere infettato dalle carie);

– Effettuare una pulizia professionale dal dentista una volta ogni 4-6 mesi;
– Se si praticano arti marziali, boxe o altri sport estremi, ricordare di proteggere i denti con le protezioni adeguate (bite sportivi).